Rilevatore a Coincidenza con PsoC – III

cosmic-rays-c

Proseguiamo nella serie di post sul PSoC e descriviamo l’applicazione del circuito di rilevazione delle coincidenze al caso dei raggi cosmici. Questi sono stati oggetto di numerosi articoli e quindi in questa sede ci limitiamo ad esporre i risultati ottenuti mediante il rilevatore a coincidenze basato su PSoC. Il sistema è stato collegato a due detector SiPM accoppiati a scintillatori plastici, come descritto nelle figure sotto :

plasticPSoC

Gli scintillatori plastici sono particolarmente sensibili alla particelle cariche e quindi sono adatti alla rilevazione di radiazione β e di raggi cosmici, i quali sono composti per la maggior parte da muoni.
Gli impulsi rilevati dai singoli sensori sono per la maggior parte dovuti al passaggio dei muoni attraverso lo scintillatore plastico. Posizionando i due sensori sovrapposti, come indicato nella figura sotto, vengono selezionati i muoni che attraversano entrambi i cristalli plastici, quindi con direzione ed energia adeguata.

scintCoinc

Posizionando invece i due sensori affiancati si ottengono le coincidenze dovute a particelle distinte che però si sono originate dallo stesso raggio cosmico primario, appartenenti cioè alla medesima cascata cosmica.

Il setup sperimentale è descritto nelle immagini sotto:

PSoCSetup5

PSoC_Det

Risultati delle Misure

Detector Affiancati a Contatto

Durata misura = 27088 s
Rateo Coincidenze = 0,137 ± 0,01 CPM – Pulse 62
Rateo Detector 1 = 12,4 ± 0,2 CPM – Pulse 5609
Rateo Detector 2 = 14,7 ± 0,2 CPM – Pulse 6631

Detector Affiancati distanza 50cm

Durata misura = 25622 s
Rateo Coincidenze = Pulse 1
Rateo Detector 1 = 11,4 ± 0,2 CPM – Pulse 4849
Rateo Detector 2 = 12,7 ± 0,2 CPM – Pulse 5431

Detector Sovrapposti a Contatto

Durata misura = 17492 s
Rateo Coincidenze = 5,68 ± 0,14 CPM – Pulse 1655
Rateo Detector 1 = 16,5 ± 0,2 CPM – Pulse 4801
Rateo Detector 2 = 16,2 ± 0,2 CPM – Pulse 4719

Detector Sovrapposti distanza 65 cm

Durata misura = 20959 s
Rateo Coincidenze = 0,03 ± 0,01 CPM – Pulse 11
Rateo Detector 1 = 16,4 ± 0,2 CPM – Pulse 5736
Rateo Detector 2 = 17,6 ± 0,2 CPM – Pulse 6133

Calcolo Flusso Teorico

Flusso Teorico slm = 0,6 part/cm2 min sterad
Superficie Detector = 32,5 cm2
Flusso Detector = 19,5 part/min sterad

I valori misurati dai singoli detector variano dai 12 ai 17 CPM, vicini quindi al valore “teorico” di 19 CPM. Bisogna tenere conto che l’efficienza quantica dei detector è probabilmente inferiore all’unità, soprattutto per i muoni che passano lontani dal SiPM : per questi muoni la probabilità di essere rilevati è più bassa.

Nel caso dei detector sovrapposti il valore misurato delle coincidenze è un pò più basso : 5,68 CPM : in questo caso va tenuto conto che l’angolo solido utile è più ridotto, anche a causa della posizione laterale dei SiPM.
Aumentando la distanza tra i detector il conteggio diminuisce perchè l’angolo solido si riduce molto, ponendo i detector a 65 cm di distanza verticale il valore si riduce a 0,03 CPM.

Con i detector affiancati il valore delle coincidenza risulta di 0,14 CPM, basso ma non nullo, a dimostrazione della esistenza delle cascate cosmiche. Aumentando la distanza tra i detector il valore si riduce praticamente a zero, a 50 cm di distanza, in diverse ore di presa dati, si è registrato un solo impulso in coincidenza.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi condividerlo sui “social” Facebook, Twitter o LinkedIn con i pulsanti presenti sotto. In questo modo ci puoi aiutare ! Grazie !

Donazioni

Se vuoi contribuire allo sviluppo di questo sito ed allo sviluppo di nuove attività sperimentali puoi fare una donazione, Grazie !

Check Also

Spettroscopia di Risonanza Elettronica di Spin

Abstract: in questo post andiamo a descrivere le misurazione effettuate con il nostro apparato ESR "homebuilt" su alcuni composti organici paramagnetici (in particolare radicali liberi stabili) noti per la loro forte risposta alla risonanza elettronica di spin.